Chi sono!?!?! Una mamma, Laura…molto piacere!!!
Una mamma che vive a Milano da 10 anni, che però è nata a Treviso.
Una ragazza di 32 anni con 2 figlie splendide, Cora di 3 anni e Maia di 1 anno.
Sono una di quelle persone che si commuove davanti ad un tramonto e si emoziona sentendo le onde del mare.
Prima di avere le mie bimbe, io e il mio compagno viaggiavamo spesso per il mondo con lo zaino in spalla, ora a causa delle troppe spese, dobbiamo volare più basso e orientarci verso mete più economiche ma altrettanto emozionanti.
Nonostante questo, voglio comunque trasmettere alle mie bimbe l’emozione di scoprire il mondo e i suoi tesori più semplici, spesso ignorati: la delicatezza di un fiore che sboccia o la serenità del rumore delle foglie mosse dal vento…troppo sdolcinata?!?!
Lavoro part time fino alle 16.00 nello strano mondo della moda, le mie bambine vanno una al nido e una alla materna, il mio compagno Riccardo lavora in proprio, e le nostre giornate sono sempre molto piene ed intense, ma come credo siano quelle della maggior parte di voi mamme.
Ti alzi molto presto per preparare colazioni, zainetti, e vestiti, ti fai una doccia veloce e poi via a preparare una bimba e poi l’altra.
Portane una di quà e una di là, poi di corsa a lavoro cercando di limitare il ritardo, poi lavori, lavori, lavori e intanto mentalmente organizzi tutto quello che dovrai fare una volta tornata a casa…
Esci dall’ufficio, vai a prendere le bimbe agli asili e via dritti al parco, fai la spesa con le bimbe che corrono a destra e a sinistra, torni a casa con borse, passeggino, zainetti, e chi più ne ha più ne metta…poi, di nuovo a giocare mentre butti su una lavatrice, si rigioca e intanto stendi alla meno peggio, cerchi di preparare la cena tra un “mamma ho fame” e un “mamma è pronto”, mangi, rigiochi, e prepari tutti x la notte….
Tante coccole alle mie bimbe più qualche storiella, e prima di dormire devi ancora finire quelle 2/3/4/5/6/7/8/9 cose che non hai finito prima, o che hai lasciato a metà…come lavare i piatti e magari fare una doccia, lavare i capelli e perché no una ceretta….tutto questo con il sorriso e tanto amore…
Insomma giornate belle piene e senza pause…in più durante la notte, che servirebbe per dormire, c’è sempre qualcuno che si sveglia, che piange o che vuole l’acqua… mi chiedo, ogni tanto, come mai a noi mamme dopo il parto non ci crescano ulteriori braccia e mani come la dea Kali’, ma meglio che mi fermi qui o perdo il vero filo del discorso….
Dopo giornate così serve proprio un week-end diverso, più tranquillo e facile da gestire, una pausa piena di attività più piacevoli…dico facile perché per me è più semplice gestire le bimbe fuori casa che dentro.
In città si hanno molte spese e quindi anche i nostri frequenti spostamenti nel weekend devono essere low budget…e devo dire che mettendoci di impegno , riusciamo sempre a spendere poco, apportando ovviamente alcune accortezze alle nostre gite.
Siamo molto organizzati e vi darò consigli anche su questo! Poi mi farebbe piacere se voleste scrivermi, magari per ricevere ulteriori info o perché no, per darmi altri spunti.
Spero che il blog vi piaccia!